INSULA NET

Direttiva Casa Green: verso un futuro abitativo più sostenibile

Il 12 marzo 2024 è stata approvata dal Parlamento Europeo la Direttiva chiamata “Casa Green”. Con l’obiettivo di azzerare le emissioni di gas serra generate dagli edifici entro il 2050, il documento stabilisce un quadro ambizioso per l’efficientamento energetico del settore edile in Europa.

Riduzione dei consumi energetici: un obiettivo ambizioso

Al centro della direttiva c’è la riduzione del consumo energetico degli edifici residenziali.

Ogni Stato membro dovrà attuare una strategia nazionale per raggiungere un taglio del 16% entro il 2030 e del 20-22% entro il 2035.

L’obiettivo finale è quello di arrivare al 2050 con un parco immobiliare residenziale ad emissioni zero.

Ristrutturazioni, nuovi edifici e stop ai combustibili fossili

Per raggiungere questo obiettivo, la direttiva prevede diverse misure, tra cui:

  • Ristrutturazione energetica: un intervento massiccio di riqualificazione energetica degli edifici, concentrandosi in particolare su quelli con le prestazioni peggiori (almeno il 55% del totale).
  • Nuovi edifici a emissioni zero: tutti i nuovi edifici pubblici e privati dovranno essere costruiti con emissioni zero a partire dal 2030 (2028 per gli edifici pubblici).
  • Fotovoltaico obbligatorio per gli edifici pubblici: l’installazione di pannelli fotovoltaici diventerà obbligatoria per tutti gli edifici pubblici.
  • Eliminazione delle caldaie a gas: entro il 2040, le caldaie a metano e altri sistemi di riscaldamento alimentati da combustibili fossili dovranno essere completamente eliminati.

Sfide e opportunità

La realizzazione della Direttiva Casa Green presenta sfide importanti, tra cui:

  • Sburocratizzazione e semplificazione delle procedure: è necessario ridurre e semplificare i passaggi burocratici per velocizzare gli iter di ristrutturazione e rendere gli interventi più accessibili.
  • Accessibilità per tutti: la direttiva deve essere attuata in modo da garantire che tutti i cittadini, indipendentemente dal reddito o dallo status sociale, possano beneficiare dei suoi vantaggi.
  • Promozione della cultura della sostenibilità: è necessario diffondere una maggiore consapevolezza dei benefici ambientali ed economici dell’efficientamento energetico e della riqualificazione edilizia, attraverso attività di formazione e sensibilizzazione.

Insula Net: un partner per la riqualificazione energetica

Insula Net è un’impresa sociale specializzata nella transizione ecologica degli edifici. Offriamo ai condomini un supporto completo per il percorso verso un futuro più sostenibile, sia dal punto di vista tecnico che umano.

Oltre agli interventi di efficientamento energetico sugli edifici, Insula Net promuove anche la formazione dei condòmini per un consumo energetico consapevole. Il nostro obiettivo è quello di migliorare la qualità della vita nelle case, riducendo gli sprechi di risorse, agendo in maniera preventiva, migliorando le prestazioni energetiche e creando un ambiente più confortevole e salutare per gli abitanti.

Anche se non sarà grazie a questa direttiva in particolare che arriveremo a raggiungere gli obiettivi elencati sopra, è chiaro ormai che questa è la direzione da prendere per contrastare la crisi climatica a partire dagli edifici. 

Insula Net nasce nel 2011 proprio per trasformare obiettivi ambiziosi in programmi realizzabili e misurabili, adatti a ciascuna comunità condominiale. 

In poche parola: realizzare una transizione ecologica di comunità

Condividi quest'articolo: